Sciamano in mezzo alle fiamme pronuncia parole antiche

È facile credere di essere condizionati, in questo periodo, dalla parola “virus”. A tal punto che qualsiasi cosa si stia cercando, anche con le “parole antiche” e “credere”, si trova un collegamento con la pandemia. Questa volta per il vocabolario vagabondo 6 sarà il turno di scienza e fede.

Crux medicorum

Cominciamo con crux medicorum che significa “croce del medico”. Si tratta della croce dei chirurghi ai quali capitano, piuttosto spesso, dei pazienti che credono di essere molto, ma molto, ammalati. Il massimo di questi credenti ammalati è la loro persuasione di poter guarire solamente con un intervento chirurgico. La loro convinzione la portano come una croce, finché non arrivano al loro intento. E, come dicono sempre i medici con questa esperienza, una piccola cicatrice chirurgica, visibilmente trendy, li salva per un bel po’ di tempo dalla crux medicorum. Quanto sarà cambiata questa “abitudine” dei pazienti con la pandemia? Perché anche i più tosti nel perseguirla si saranno scontrati proprio con le mancanza dei chirurghi.

Effetto placebo

Non poteva mancare nella ricerca sul “credere”. Si tratta, più che di parole antiche, di una convinzione che risale a tempi antichi. Credere in una guarigione che avverrà grazie ad un farmaco o un comportamento preciso.

Ma c’è di più, si crede che la guarigione desiderata arriverà tramite una persona e questo indipendentemente se si tratti di ingerire un farmaco vero e proprio o una sostanza completamente inattiva, come lo zucchero per esempio. L’effetto placebo, crederci, tendono ad essere più potenti.

Vocabolario 6 - Parole antiche

Più i costi sono elevati, accompagnati a rituali magici e misteriosi, legati a una persona di riferimento famosa o provvista di un riconoscimento prestigioso, meglio è.

Bisogna anche aggiungere che gli effetti sono più efficaci quanto più la malattia è transitoria.

Effetto nocebo,  

Vocabolario 6 - Parole antiche

Al contrario dell’effetto placebo, il nocebo (percepito come nocivo) si fonda sulla scarsa fiducia nei farmaci e nel personale medico, al punto di considerare tutti i procedimenti proposti come derivati da qualche idea dannata o malevola, e questo effetto negativo prevale.

Per esempio, conoscere in anticipo quali potrebbero essere gli effetti collaterali di un trattamento può aumentare il rischio che quegli effetti si presentino realmente. Chi ci crede si lascia suggestionare, tanto da poter causare a se stesso delle conseguenze gravi. Anche tramite degli approfittatori, che lucrano sulla credulità altrui.

Parlando degli effetti collaterali mi soffermo sul “bugiardino”, il foglietto che accompagna il farmaco nella sua confezione. Forse inizialmente era davvero di dimensione piccole, ad oggi è diventato un “romanzo” di informazioni sugli effetti collaterali nel seguire una determinata cura. Si dice che una volta si cercavano di esaltare più i pregi che i difetti del prodotto farmacologico, e anche per questo il diminutivo della parola. Curioso è il significato della parola stessa di “bugiardo”, questo probabilmente dovuto ad una convinzione che tutte le informazioni contenute nel “bugiardino”, spesso incomprensibili per i lettori, nascondano qualche inganno – fonte L’Academia Crusca.

E per concludere con gli effetti placebo e nocebo, non vi è capitato di lasciar stare proprio il bugiardino pensando che fosse meglio non leggerlo per non restare condizionati con un “poi magari mi succede davvero”?

Parole antiche e sciamani

Dai tempi dei tempi ogni sorta di incantatori, maghi e sciamani, tramite una drammatica maledizione con parole antiche e l’aggiunta di qualche sostanza efficace o veleni ad azione lenta, otteneva tutto quello che gli veniva in mente. Per esempio versando escrementi di pipistrelli per terra. Questo perché contengono spore di muffa che causano malattie polmonari fatali, simili alla tubercolosi. Parlando sempre di sciamani, che questa informazione sia velenosa, spuntata in Internet, forse documentabile, il problema altrettanto potente resta: la paura.

Uno dei motivi per cui le persone si ammalano, o muoiono per un effetto nocebo, è proprio l’angoscia, il panico, il terrore a cui le persone vengono esposte. Lo stress continuativo porta le persone in depressione, una malattia che può diventare molto pericolosa. Il supporto psicologico in situazioni come la pandemia, per la quale non si riesce a comprendere il mondo attorno, è diventata un’urgenza per contrastare il malessere delle persone. Purtroppo nello stesso contesto risulta la mortalità delle persone che credono nell’influenza magica, come un anno sfortunato o il segno zodiacale, che mettono le loro energie nella speranza.

“No, la scienza non è un’illusione. Ma sarebbe un’illusione credere di poter
trovare altrove quello che essa non può darci”.

Sigmund Freud

Articolo aggiornato

Categorie: Parole