Tempo lunatico, vocabolario

Il tempo lunatico del meteo coincide con l’umore delle persone, particolarmente nel periodo invernale. C’entra molto la luna, anche se amiamo il vin brûlé o andiamo pazzi per gli sport invernali. Il tempo è volubile, ma anche gioioso con le tradizioni antiche italiane e ceche legate a gennaio e febbraio.

Gennaio

Finite le feste, qualsiasi temperatura è troppo fredda per tornare alla normalità “non festiva”. L’inverno è all’apice e il tempo sembra lunatico per l’umore instabile, bisbetico, dovuto al freddo…

E non c’è da meravigliarsi. Il mese di gennaio, come si sa, nella lingua italiana proviene dal latino Ianuarius e dà il significato a Gennaro ovvero colui che è nato nel mese di gennaio, ma è anche il mese di Giano, una divinità romana.

Un personaggio forse legato anche a Genova, che aveva la capacità di guardare sia al passato che al futuro, perché provvisto di due facce. Se questo non è un chiaro segno di essere volubili …

Tempo lunatico, gennaio e febbraio

Forse si dovrà proprio a Giano l’abitudine dei nuovi propositi tra la fine dell’anno e l’inizio di quello nuovo. La sua seconda faccia potrebbe anche significare l’essere soliti voltarsi verso un’altra idea. Come fa luna che cambia il suo aspetto.

Il mese di gennaio in lingua russa si chiama январь (si pronuncia ianvar) e infatti proviene sempre dal latino ianuarius. Ovviamente il ghiaccio e la neve stanno alla Russia così come la pizza a Napoli – che c’entra poco se non per il suo patrono, San Gennaro.

Nella lingua ceca, il nome del mese di gennaio, Leden, significa semplicemente “il mese glaciale”. E come tale, anche in Russia o in Italia, è un mese che si presta ai racconti vicino alla stufa, insomma, per parlare di cosa faremo nell’anno nuovo.

Tempo lunatico

Sono detti popolari, nati dai periodi della particolare osservazione del tempo e della natura. Per quanto riguarda gennaio in lingua ceca si diceva che:
“Quando a gennaio fa caldo la miseria toccherà il fondo”. Un altro lo spiega dicendo: “Se a gennaio tanta neve si vedrà a giugno altrettanto fieno si raccoglierà”.

Anche in italiano abbiamo simili detti popolari che si riferiscono ad un tempo preciso in giorni specifici, ovviamente con il riferimento ad una presenza santa. Tra i tanti facciamo l’esempio del 25 gennaio, il giorno della nascita di San Paolo. Le stelle confermerebbero che le persone nate in questo giorno hanno un forte senso del destino o per uno scopo. Però, solo se questo giorno sarà sereno tutti vivremo nell’abbondanza.

Calendario lunare

Non ci facciamo mancare nemmeno i riferimenti al calendario lunare, importante per gli operatori del settore del vino. I detti dicono che: “Il bottaio che pota in gennaio è felice” e anche che: “La luna di gennaio è la luna del vino” perché “L’uva di capodanno non portò mai danno” e quindi fino all’8 gennaio il vino si beve solo.

Poi entra in scena il calendario lunare, indicatore del tipo di vino da imbottigliare a secondo se la luna sia crescente o calante. Se avete dubbi aspettate la luna piena, quando si può imbottigliare qualsiasi tipo di vino (nel 2022 dal 17 al 24 gennaio oppure febbraio dal 16 al 22).

Curiosità dal freddo

Gennaio, freddo e luna per il comportamento lunatico

In questo periodo dell’anno è meglio non pensare di convincere le persone che amano il freddo che questo potrebbe rappresentare un problema.

I gusti sono gusti e vivere in Piemonte (per esempio), dove ogni secondo abitante ama (sembra) la montagna (anche il ghiaccio e la neve piacciono tanto), sarebbe auspicabile non sollevare critiche contro il freddo.

Febbraio

Nella lingua ceca l’origine del nome febbraio, únor, è legata al verbo “immergersi”. Il significato della parola è stato interpretato come il “periodo del disgelo”, quando il ghiaccio che si scioglie “sprofonda” nelle acque.

A questo proposito ci sono due vecchi detti in ceco, pure loro legati ad un giorno preciso, ossia il 4 febbraio. Quel giorno si festeggiava Santa Veronika e si diceva che fosse lei a spaccare il ghiaccio perché nell’immaginario collettivo era dottata di una grande forza.

Febbraio rompe il giaccio e scioglie la neve

E non è tutto, sempre con il riferimento alla neve che si scoglie e forma una specie di poltiglia, fango o fanghiglia glaciale, si prevede che il giorno di Santa Veronika ci sarà čvachtanice. La parola si può paragonare al toscano “sciaguattare” o diguazzare scompostamente nell’acqua o nel fango.

Una čvachtanice è un allegro muoversi, agitarsi sollevando schizzi e spruzzi, una gioia soprattutto per i bambini che trovano le pozzanghere fangose o le anatre che sguazzano nel lago. Invece gli adulti, per lo più spettatori compiaciuti per la gioia dei pargoli, sono più interessati a sguazzare nell’oro.

Tempo di festa

Una delle usanze popolari ceche era quella di girare per i campi e giardini praticando dei riti che avrebbero dovuto influenzare la raccolta dei frutti. La gente scuoteva gli alberi, sbatteva i tronchi con i bastoni chiedendo nello specifico a San Matteo di proteggere gli alberi dal gelo e garantire così frutti sufficienti. Con San Matteo, in ceco Matěj “Matiei”, il 24 febbraio si festeggia il presagio della primavera.

Maschere a Carnevale - Masopust in lingua ceca

Il nome del santo è stato associato alla festività popolare di Masopust, in italiano Carnevale. Ugualmente come in Italia arrivano le maschere e tanti dolci.

Però ha una particolarità in più. In Cechia il nome Masopust, che letteralmente significa “digunare dalla carne”, ha generato un nuovo connubio: Matějská pouť con il significato di “Luna park di Matteo”.

A Praga dal 1595 ad oggi, un luna park con bancarelle di dolciumi e qualche attrazione è diventato un vero parco di attrazioni con lunghe collaborazioni, per esempio olandesi. Insomma, una specie di Disneyland.

San Valentino

Tutti conoscono la leggenda di San Valentino, il sacerdote vissuto e giustiziato nel terzo secolo d.C. per aver sposato segretamente gli amanti. Aveva unito in matrimonio dei soldati romani contro la volontà dell’autorità che vietava anche i fidanzamenti per paura che gli uomini si allontanassero dal mestiere della guerra. In quei tempi lontani, quando il maschio aveva ancora la passione che lo induceva a portare la donzella all’altare.

Se invece fate parte di quelli che anche nei tempi odierni portano i propri sentimenti su un piatto quotidiano, fate molto bene. Siete avvistati da lontano e perfino invidiati. Perché si vede, siete un po’ lunatici…

San valentino, tempo lunatico

Curiosità

Si narra che l’inizio della storia del luna park di Praga sia avvenuto presso la chiesa di San Matteo nel lontano 1595. La chiesa originale fu costruita nel 971 dal principe Boleslav come gratitudine per essersi salvato da un incontro con un orso. Su questo evento si raccontano due storie.

Una versione dice che lo stesso San Matteo aiutò il principe, un’altra che si trattava di un orso addomesticato che apparteneva a un contadino locale di nome Matteo. Ad ogni modo il principe è potuto scappare e salvarsi, e anche gli orsi hanno smesso di far parte delle attrazioni…

Categoria: Vocabolario vagabondo
11 Nuovo ceco parlato
10 Tempo lunatico
9 Faccia a faccia
8 Tresca in ballo
7 Modi di dire
6 Parole antiche
5 Significato delle parole
4 Parole intraducibili
3 Parole strane
2 Parole creative
1 Parole antipatiche 

Categorie: Parole
0 0 voti
Valutazioni
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti