Sogni tecnologici delle future applicazioni

Potete restare davanti al vostro PC, con i vostri sogni, e viverli. Con l’aiuto della tecnologia e per ridurre la distanza, sempre più pressante, col reale.

Si sa che i “mi piace”, i commenti, i saluti virtuali hanno la loro importanza. Ancora di più, se chi lo comunica è una nuova presenza. Perché quando non conosciamo l’autore, pendiamo facilmente verso l’autenticità del gesto. Mentre un amico della vita reale ci vuole “solo” farci un piacere.

Sogni tecnologici

Le applicazioni crescono su richiesta e con le idee degli sviluppatori. Attenti a scovare i sogni degli utenti. Sempre di più, avendo degli impedimenti di varia natura nella realtà, frequentando il web altri bisogni si trasferiscono in rete. Sempre pronta a soddisfare qualsiasi capriccio. E se ci si chiede ancora come mai, la risposta è in un altra domanda. Cosa c’è di diverso o interessante, là fuori?
Siamo talmente dipendenti della tecnologia che la realtà sta perdendo appetibilità, una funzione sicura e serena. Una realtà dove realizzare i sogni è diventato oltremodo complicato.

Le applicazioni

Tutto si può perdere in un attimo, nel reale ci sono ferite che sanguinano e lacrime salate. Nel virtuale c’è la nuvola che ci salva parecchio, un’angelica visuale della situazione.
Nel reale, già prima della pandemia, le persone si stavano allontanando. Bastava poco per una considerazione scomoda del diverso.
La distanza nel virtuale è zero e le applicazioni aiutano a rimuovere a mancanza fisica che una volta poteva porre dei limiti. Stiamo trasferendo tutto, anche o completamente i nostri affetti, sempre di più aiutati dalla tecnologia.
Per esempio con “Kissinger”, un’applicazione per il bacio a distanza. Non è proprio l’ultima trovata, si tratta di un dispositivo da collegare allo smartphone. Dicono che faccia arrivare un bacio dall’altra parte del mondo.

I sogni

La diffusione dei dispositivi appositamente studiati per soddisfare i sogni e percepirli come reali, nella realtà virtuale acchiappa sempre più i fruitori. Una volta un partner ideale, un’intelligenza artificiale costruita per soddisfare i desideri di ogni sogno immaginato, si poteva vedere solo al cinema. Adesso basta attaccarsi vari sensori, visiere o una maschere virtuali, tutto a disposizione per portarsi a casa i sogni.

Presto avverrà una diffusione ancora più massiccia, come lo è stata quella dei computer. Sarà di uso quotidiano, pronta sopperire le delusioni, farci toccare con mano i sogni non ancora raggiunti. Là fuori, dove ci disabitueremo a muoverci perché rimanere in casa significherà stare nel nostro mondo, faremo qualche prudente visita sempre più di rado.
Allora tanto vale lasciarsi trasportare dai sogni che già viaggiano nella rete. Non solo per prenderci sempre più confidenza o perché fuori non ce ne siano, ma perché sono sempre più percepiti come troppo distanti.

Leggi anche: Relazioni di amicizia: i compartimenti stagni

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi

* campi obbligatori

Parole di legami utilizzerà le informazioni che inserirai in questo form per inviarti email con aggiornamenti e promozioni marketing.


Puoi disiscriverti in qualunque momento cliccando il link al fondo delle nostre e-mail. Per info sulla Privacy Policy visita il nostro sito.

Utilizziamo Mailchimp come piattaforma marketing. Cliccando su Iscriviti, accetti che le tue informazioni vengano trasferite a Mailchimp per essere processate. Scopri di più sulle pratiche di Mailchimp relative alla privacy cliccando qui.