se fossi musica

Se fossi musica, il mio umore sarebbe guidato dai toni blues, a dare conforto alle giornate riuscite meno. Sarebbe spinto, invece, dalle giornate jazz che accompagnerebbero la frizione delle idee che ho sempre per la testa. Per intrattenermi scatenerei le note latine e in particolare una ballata di Zumba. Avrei l’età della classica ma con l’atteggiamento da pop, preferendo ritmi contemporanei.

Non mi fermerei mai

Mi diffonderei via onde radio, sopra i profumi della cucina. Sceglierei di accompagnarmi ai testi in inglese seguendo il mio ritmo. Perché quando arriverebbe un testo in italiano ben fatto non riuscirei che a girarci sopra, tanto mi prendono le parole.

Se fossi musica, continuerei senza fermarmi mai, alternando i toni ritmati per continuare il movimento, passando ai lenti da rilassamento o riflessione. Come accade con le scarpe, che si preferiscono con le stringhe e ancora stringate, da togliere solo per restare scalzi. Il mio vestito sarebbe confezionato, ovviamente, dallo spartito. Una sua parte sarebbe piena di note e l’altra di righi ancora da riempire.

Starei con gli amici interpreti

Ovunque andassi, vorrei avere vicino gli interpreti a cui sono affezionata. Per esempio Lewis Capaldi e Ryan Tedder, a lui in particolare continuerei a chiedere di cantare ancora e di nuovo la sua Apologize. Io sarei stonata provando imitarlo e aggiungendo altro, come si fa con gli ingredienti in cucina che per tanti possono sembrare insensati. Per me funzionerebbe così e a Ryan e Lewis verrebbe da ridere.

Infatti loro che mi conoscono, sanno che mischierei i miei componenti, melodie malleabili e dolci, con quelli decisi come un vino stagionato. Poi aggiungerei pappardelle frizzanti come le bibite, note pungenti da tirare le orecchie con pezzi veloci, come il treno che ti sfreccia davanti, e qualche volta, come loro sanno bene, riuscirei a inviare il venticello fresco della mia pazzia.

Un giorno decideremmo di andare insieme a pedalare in bicicletta per poi stare seduti in riva al lago o a un fiume, parlando di noi e di niente. Passando dai gusti contrastanti come la salsedine e una tisana ancora fumante. Altre volte suonerei io per loro, al chiaro di luna, o mi dilungherei aspettando fino a quando la nebbia si dissolve.

Se fossi musica

A casa continuerei con tanti toni che riempirebbero fogli lunghi, molte pagine, perché ho sempre tanto da dire e una sola cartella mi andrebbe stretta. Qualche volta però mi spegnerei, giusto per cambiare stazione, riordinare le tracce preferite e aggiungere le ultime uscite. Sarebbe come quando ti viene voglia di tagliare i capelli e proprio adesso vuoi spostare un mobile, tinteggiare la stanza o andare fare una passeggiata nella natura o nel caos, ma completamente sola.

A chi non piacessi, se fossi musica, faticherei a capirlo. Chi direbbe che sono solo volume altissimo, che gli do fastidio. Soprattutto chi non è mai stato ad un evento musicale in uno stadio ma neanche ad un concerto. La vedrei come una grave lacuna nell’educazione, perché di solito chi non ama qualcosa, musica compresa, trova scuse anche sul volume della radio in cucina.
Incomprensibile!

Cercherei di farvi cambiare adesso

La musica è universale, anche se ha caratteri diversi. Avete mai fatto caso a quanti svariati strumenti ci sono in un’orchestra sinfonica? E a quanti strumenti, non espressamente musicali, producono la musica di oggi?
No, cari, non è rumore, sono componimenti moderni. Fatevene una ragione, la musica deve esistere per arricchire una vita, tanto più se si deve cambiare.

Se fossi musica, in modalità d’ascolto starei a sentire tutti i vostri semplici e complessi componimenti cittadini . Sognerei di unirmi ai vostri brani e cercherei di farvi cambiare vita con me e adesso, per non continuare a galleggiare.

SCEGLI:

Continua a leggere – Creare un audiolibro, Vittorio A.M.Marchetti

oppure soddisfa la tua richiesta – Storytelling audiovisivo

Se fossi piccola, forse, mi dareste pure ascolto

Se fossi musica non mi fermerei
Categories: Dietro le quinte

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi

* indicates required

Seleziona cosa vorresti ricevere da Parole di legami:

Puoi disiscriverti in qualunque momento cliccando il link al fondo delle nostre e-mail. Per info sulla Privacy Policy visita il nostro sito.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.

Seguici sui social