Donne famose: JK Rowling vent'anni fa e oggi

Sono tenaci le donne famose, magari trovano un pizzico di fortuna e non importa che anno corra. Il 1997, però, è stato particolarmente importante. Un’atmosfera in cui succedevano grandi e folli cose.

Anno 1997 e donne famose

Con il tormentone Barbie Girl degli Aqua mandavamo i primi SMS. Una piccola Tara Lipinski, appena quattordicenne, diventava la donna più giovane a vincere il campionato mondiale di pattinaggio artistico. Martina Hingis era la più giovane numero uno della storia del tennis a soli 16 anni.
Morivano Madre Teresa di Calcutta e Lady Diana Spencer, rimasta vittima di un incidente automobilistico sotto il Pont de l’Alma lasciando un significativo vuoto tra le donne famose. Morta anche Jeanne Calment, la donna francese detentrice del record dell’umano più longevo mai esistito, a 122 anni.
In America sfociava lo scandalo Lewinski e il New York Times pubblicava la prima foto a colori. Usciva Titanic e nasceva Google. Arrivavano i Teletubbies e la sonda Mars Pathfinder si posava su Marte.
Microsoft salvava Apple, considerata un’azione folle.

J.K.Rowling

E’ l’anno 1997 anche per J.K.Rowling. Lei è emozionata. Ne ha tutte le ragioni. Ha impegnato sei anni della sua vita. Tra alti e bassi ce l’ha fatta. La storia che ha costruito le piace, è soddisfatta. La stesura, la costruzione dei personaggi e i dialoghi. Ha collegato gli eventi e cambiato quello che non funzionava. Ha letto e riletto e riscritto fino ad essere quasi pronta. Sa di aver fatto tutto quello che bisogna fare per pubblicare un libro. Poi ha messo un punto. Doveva tentare e voleva tanto buttarsi sul proseguimento.
La Rowling sta davanti alla vetrina e sa che ora non le resta che aspettare che piaccia la copertina, che l’incipit prenda, che il libro incuriosisca e che i bambini comincino a portarlo a casa. Nella vetrina c’è la prima edizione di Harry Potter e la pietra filosofale, il suo orgoglio e la sua emozione.

La storia di Harry Potter

ha tutti gli elementi per essere una favola moderna dove, come nella realtà per la Rowling, finisce tutto per il meglio. Lei non si è mai fermata e ha continuato ad andare avanti, seduta sul tavolino di un pub, con vicino la sua bimba nella carrozzina. Seppur succedeva nella fredda Edimburgo, dove la gente per lo più si fa i fatti propri, a qualcuno è passato per la testa di considerarla una donna folle. Per lei i soldi scarseggiavano ma continuava a scrivere e poi a chiedere. Una buona dose di fantasia e tenacia, eppure non s’immaginava che sarebbe diventata una delle donne famose nel mondo, per non dire ricche.

Una piccolissima casa editrice che ebbe il coraggio di pubblicarla, Bloomsbury, deve il suo successo alla valutazione commissionata dall’editore alla figlia di otto anni. Così la Rowling fu pubblicata. Così nacque Harry Potter con le prime 500 copie. Quel pizzico di fortuna, forse.

Era considerato un libro per i bambini

Chi dei pargoli di vent’anni fa non si ricorda il primo libro della saga di Harry Potter? Il primo film? Il primo costume di carnevale e il primo poster nella cameretta. I gadget, i giochi da tavola e poi i videogame. E quale genitore non ha nella memoria il primo libro acquistato, con la curiosità per il nome o la quarta di copertina? Le prime parole del primo capitolo lette di sfuggita, magari stimolate dalla copertina. Insomma, gesti normalissimi nel comprare un libro da regalare al proprio figlio, al nipote, all’amichetto del figlio, da portare ad una festicciola di compleanno. Infatti il primo libro della saga di Harry Potter era consigliato ai bambini nell’età della scuola elementare.

Harry Potter e la pietra filosofale, il libro che ha portato J.K.Rowling nell’olimpo delle donne famose

Sembrava un libro come tanti. Un libro comprato all’ultimo momento, perché ci si era quasi dimenticati di pensare ad un regalo. Sfogliato con attenzione solo dopo, letto magari insieme alla figlia. Tutta questa ordinarietà senza poter intuire di star tenendo in mano un libro che avrebbe fatto la storia. Che sarebbe diventato una saga cinematografica e che a seguire l’avrebbero letto tutti senza distinzione d’età…

J.K.Rowling ha influenzato la letteratura contemporanea in modo enorme, i suoi sono stati i primi libri per bambini ad entrare nella lista dei best seller di New York dal 1952. Le lingue in cui i libri di J.K. Rowling  sono stati tradotti sono 72 inclusi zulu, gaelico, latino, greco antico e braille. I premi e i riconoscimenti che Joanne Rowling ha ricevuto in seguito alla pubblicazione dei suoi libri occupano un’intera pagina di Wikipedia. I risultati di una ricerca “Harry Potter” sul motore di ricerca Google sono oltre 70 milioni.

All’inizio c’erano dodici porte chiuse in faccia,

gli appunti di J.K.Rowling su dei fazzolettini di carta, scritti sul tavolo della cucina in estate e in un bar in inverno. Era impensabile un futuro da 40.000 dollari, quanto ora vale la prima tiratura del libro. Ancor meno che una copia contenente dei refusi, un giorno sarebbe stata venduta all’asta di Londra per l’enorme cifra di 150.000 £. Infatti oggi J.K.Rowling è nella classifica Forbes degli autori più pagati dell’anno. Il suo patrimonio ammonta a 910 milioni, cifra che fa ancora più impressione se si pensa che per il primo libro ricevette solo 2.400 dollari di anticipo. Il brand Harry Potter vale 15 miliardi di dollari.

Donna tenace, non si ferma mai, neanche arrivata tra le donne più famose e ricche

J.K. Rowling è nota per il suo forte impegno nella beneficenza. Ha creato un fondo fiduciario che gestisce le donazioni soprattutto in favore delle fasce più deboli, pensando alle donne e bambini, alla lotta contro la povertà e all’aiuto alla ricerca scientifica.

La gente, oggi come allora, si accampa davanti agli store per non perdersi un’altra storia. Accade la notte prima dell’uscita del nuovo iPhone e accadeva prima del nuovo capitolo della saga di Harry Potter. J.K.Rowling non si ferma, rimane in cima con altre storie e trascrizioni cinematografiche. Le riprese di Animali fantastici 3, programmate per l’uscita nel 2021, sono per ora in standby ma la Rowling anche se sta sull’Olimpo delle donne famose non abbandona i suoi lettori. Durante la crisi del 2020 lancia Harry Potter At Home Hub, con accesso al primo libro gratuitamente.

SCEGLI:

Continua a leggere –  Donne ceche, collezionista d’arte e scrittrice

oppure soddisfa le tue richieste: Solo leggere

Categories: Come avere successo