Creare un audiolibro Maschi da legare

Creare un audiolibro! Abbiamo deciso di farlo anche noi di Parole di legami, che pubblichiamo contenuti digitali per il web, video promozionali, e-book e libri. Volevamo dare questa comodità ai lettori che si sono spostati nel settore più recente della lettura digitale.

Non è stata un’operazione tanto semplice, ma ce lo aspettavamo, per questo abbiamo scelto una nostra pubblicazione: Maschi da legare.

Trovare la voce

Avevamo una gran voglia di cominciare e ci domandavamo con chi? Trovare un collaboratore non è stato facile. Si pensa che basti chiedere. Cercando, invece, si scopre che l’epidemia della timidezza è molto diffusa. Tanti ti dicono prima di sì e poi cambiano idea, quando dall’ego devono passare al fare non è più una questione di “mi piacerebbe”. Poi fai provini con chi dovrebbe saperlo fare e scopri che le persone non sanno leggere…

Chi cerca, trova. E noi abbiamo scoperto Vittorio A.M.Marchetti. Il progetto di creare un audiolibro è diventato easy grazie alla disponibilità, la gentilezza e l’ottima comunicabilità. I requisiti indispensabili per poter collaborare e ottenere un buon prodotto. Dopo l’idea e la voce si poteva organizzare il lavoro.

Creare un audiolibro

Prima di iniziare a creare un audiolibro sono necessari alcuni passaggi. Soprattutto un confronto tra i collaboratori. Un incontro tra le idee e l’interpretazione. Fondamentale è l’intesa tra l’autore del testo scritto e la voce narrante. Serve anche una buona comunicazione per realizzare la copertina e lo spot video per la promozione.

– Per la registrazione audio della lettura serve uno spazio con l’attrezzatura adeguata, ad esempio uno studio di registrazione.
– Una volta completato il lavoro di registrazione si procede alla lavorazione dei file audio. Significa l’assemblaggio e il montaggio audio corretto.
– Infine si procede con la preparazione dei file audio definitivi in base ai requisiti richiesti della piattaforma che si decide di utilizzare per la pubblicazione.

Questo è il processo a grande linee, ogni passaggio ha le sue dinamiche più complesse, ma il risultato sicuramente appaga a differenza dell’utilizzo di un software di lettura text-to-speech.

Creare un audiolibro, Maschi da legare

Chi è Vittorio A.M.Marchetti?

Vittorio A.M.Marchetti è nato il 7 marzo 1998 a Campobasso e fin da piccolo ha dimostrato la passione per l’arte del cinema e del teatro. Dopo aver frequentato vari corsi di recitazione presso la sua città natale, si è diplomato al Liceo delle Scienze Umane, ha frequentato un corso di fotografia e successivamente si è iscritto all’Accademia Nazionale del Cinema di Bologna dove ha studiato regia cinematografica e sceneggiatura.

Vittorio, in carne e ossa, è la voce narrante del nostro audiolibro. Collaborare con lui è stato facilitato per le materie oggetto del suo studio e di certo non per ultimo un buon carattere. Alla fine gli abbiamo chiesto le sue impressioni e valutazioni complessive e lui ci ha concesso questa intervista.

Intervista alla voce di Maschi da legare

1) Hai dato la tua voce al nuovo audiolibro, appena uscito, di Maschi da legare. Racconta com’è nata questa collaborazione.
«La collaborazione con il team di Parole di Legami è nata un po’ per caso, tramite un provino che ho svolto per via Instagram, a quanto pare è andato bene.»

2) Secondo te quale preparazione e/o formazione sono necessarie per narrare un audiolibro?  
«Per lavorare con la voce è necessario senza dubbio un corso di recitazione grazie al quale apprendere il corretto utilizzo della respirazione, a questo va abbinato un corso di dizione, in aggiunta, si può concludere con delle lezioni di lettura espressiva.»

3) Quali sono secondo te i vantaggi dell’audiolibro?   
«Ritengo che il vantaggio maggiore dell’audiolibro sia quello che esso rappresenti una compagnia, fai partire l’audiolibro e sei in compagnia, è utile per chi ha difficoltà ad addormentarsi, o ancora per chi ha poco tempo da dedicare alla lettura e può mettere play sotto la doccia o mentre cucina o pulisce la casa.»

4) Come ti sei trovato a narrare un libro in forma di manuale?
«Non è stato particolarmente complicato ma ogni capitolo differisce dall’altro per stile narrativo e argomenti per cui ogni pagina va studiata e capita a fondo.»

5) Qual è stata la difficoltà maggiore?
«La difficoltà maggiore l’ho riscontrata durante l’incisione del capitolo 10, è molto ricco di dettagli e cambiano spesso i livelli narrativi e i punti di vista.»

6) Una tua riflessione sul libro?    
«Il libro mi è piaciuto, spesso mi ha fatto sorridere e riflette su quanto siano complessi i rapporti umani e come essi vengono influenzati da milioni di fattori esterni, mi ha stupito comprendere che non c’è un uomo uguale ad un altro eppure ci assomigliamo tutti.»

Creare un audiolibro, Maschi da legare

7) Anche se il libro è rivolto sia agli uomini che alle donne, secondo te chi lo apprezzerà di più e perché?
«Credo che lo apprezzeranno maggiormente le donne perché permetterà loro di entrare nell’ottica maschile, gli uomini potrebbero storcere un po’ il naso e dire ‘No, io non sono così’ ma anche loro sanno che la verità è un’altra.»

8) Come descriveresti la collaborazione con Parole di legami? 
«La collaborazione con Parole di Legami è stata molto stimolante, il team è stato sempre disponibile a ogni chiarimento e comprensivo per un qualche ritardo nelle consegne dei capitoli, sono una bella squadra.»

9) Che cosa ti ha lasciato questa esperienza? 
«Essendo la prima esperienza con un audiolibro la ricorderò per sempre con un affetto particolare.»

10) Hai dei progetti simili per il futuro?
«Sicuramente nei miei progetti c’è il cinema, ma se mi dovesse ricapitare l’occasione di narrare un audiolibro non rifiuterei.»

Grazie Vittorio è stato un bel viaggio!

Copertina e spot promozionale: Frame92
Potete seguire Vittorio su Instagram

Articolo aggiornato

Categorie: Successo
Commenti: 0